Home VIDEO In Volo sul Castello di Rocca Calascio

In Volo sul Castello di Rocca Calascio

0
0

Il Castello di Rocca Calascio si trova in provincia de L’Aquila e, da a un’altezza di quasi 1500 metri, domina la Valle del Tirino.

La costruzione del Castello risale al XIII secolo e data la sua posizione era usato come punto di osservazione per la difesa del territorio, in contatto visivo con altre torri vicine.

 

Il Castello originariamente era costituito dal nucleo centrale, in seguito fortificato da una cinta muraria in pietra bianca con quattro torri a base circolare ai quattro angoli. L’accesso al castello era possibile tramite un ponte levatoio che ormai non esiste più e che è stato sostituito da una passerella.

Il terremoto del 1703 danneggiò il castello e negli anni ’80 del novecento venne restaurato.

Il castello è stato scelto diverse volte come location cinematografica. Ricordiamo il film “LadyHawke” del 1985 o “Il nome della Rosa” del 1986. Anche produzioni italiane lo scelsero come set, tra le quali “Amici Miei – Atto II” o “Il viaggio della sposa”.

Per raggiungere il castello tramite l’autostrada bisogna uscire a L’Aquila Est e seguire la strada per Sulmona fino a Barisciano. Proseguendo si passerà per Santo Stefano di Sessanio per giungere a Calascio. Seguendo le indicazioni per la Rocca si raggiungerà la parte alta del paese.

Siamo stati al castello all’inizio di agosto e abbiamo lasciato l’auto nell’ampio parcheggio che si trova in paese. Da lì si poteva scegliere se proseguire a piedi (una mezz’oretta di camminata per un sentiero non proprio comodissimo) o con la navetta. Il servizio navetta consisteva in due piccoli pullmini da circa venti persone che facevano avanti e indietro con il piccolo borgo sotto al Castello. Il costo del servizio navetta è di 3 euro (andata e ritorno) o 2 euro (solo andata).

Il piccolo borgo ospita alcuni locali per ristorarsi e qualche bottega di artigiani dove è possibile acquistare qualche souvenir. Poche centinaia di metri più in su si trova la Chiesa di Santa Maria della Pietà, un piccolo tempietto risalente al XVI-XVII secolo, attualmente adibito a oratorio.

Dalla Chiesetta parte un sentiero che porta alla base del Castello.

La visita al castello è gratuita e dei volontari sono a disposizione per informazioni e per regolare il flusso di accesso alla torre.

Purtroppo dal punto di vista delle riprese non è stata una bella giornata. C’era un forte vento e tanta gente. Sono riuscito a fare solo pochi minuti di ripresa.

 

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *